Chi Siamo Stime
Immobiliari
Formazione Libri e
Pubblicazioni
Espropriazioni
Calcolo delle Indennità
Building Value Asset & Property
Management
Facility
Management

Paglia & Associati
HOME  
 
CONTATTI  
 
NEWSLETTER  
  Via Ottava Società Case, 8/10
16153 Genova
Tel. +39 010.6512078 - Cell. +39 339.8588871
Email info@pagliaeassociati.it
C.F. / P.IVA 01558720999
Da sempre a fianco
dell'Ente Pubblico


 
Newsletter

 

Per gli Enti pubblici, per ricevere gratuitamente la newsletter è sufficiente farne richiesta a: info@pagliaeassociati.it 

 

NEWSLETTER N°21 I Diritti patrimoniali

[21-06-2011]

NEWSLETTER N°21   I Diritti patrimoniali

 

Definizione e approfondimento

 

 

 

 

DEFINIZIONE

 

I diritti patrimoniali si possono acquistare a titolo originario oppure a titolo derivativo.

 

Il diritto patrimoniale si acquista a titolo originario quando non è trasmesso al soggetto da un altra persona. Di regola rientrano in questa tipologia l’acquisizione della proprietà per usucapione, l’acquisizione dei diritti d’autore a seguito dell’elaborazione di un’opera oppure più semplicemente il ritrovamento di una cosa mobile.

 

L'acquisto del diritto viene invece definito a titolo derivativo quando l'acquirente subentra ad un precedente titolare del medesimo diritto sulla cosa. Rientrano in questa tipologia la compravendita di oggetti e beni immobili, il processo ereditario ecc….

 

APPROFONDIMENTO

 

La dottrina definisce il soggetto uscente dal rapporto (venditore) dante causa e il soggetto entrante nel rapporto (acquirente) avente causa.

 

Come facilmente intuibile un acquisto a titolo derivativo esiste solo in presenza di un valido titolo d'acquisto ovvero di un contratto o atto pubblico.

 

Il crescere delle operazioni economiche, il moltiplicarsi delle traslazioni dei titoli di proprietà ha imposto riflessioni e risposte a episodi di fatto riscontrabili sul mercato. Si pensi ad esempio all'ipotesi dove un soggetto vende ad un compratore in buona fede una cosa che in realtà non gli appartiene.

 

Facendo riferimento alla norma sopraddetta il compratore non dovrebbe acquistare la proprietà.

In tal modo pur privilegiando l’interesse del vero proprietario si rallenterebbero inevitabilmente tutti i traffici economici con una ricaduta dell’intero sistema economico.

 

In questo contesto, contrariamene a quanto sopra enunciato, la legge, spesso, interviene tutelando l’acquirente in buona fede.

Il primo e vero proprietario “spogliato” della titolarità potrà rivalersi sul falso venditore.

 

Tale principio generalmente denominato “della tutela dell'affidamento” si concretizza in una serie di regole, disciplinate con legge, destinate a diverse situazioni e a diversi settori, elaborate in modo da assicurare alle ragioni del vero titolare del diritto la massima tutela, il tutto compatibilmente con le crescenti esigenze del mercato e della sicurezza dei traffici.

 

TABELLA RIASSUNTIVA

 

L'acquisto dei diritti patrimoniali

a titolo originario

quando non è trasmesso al soggetto da un altra persona. (usucapione, l’acquisizione dei diritti d’autore,il ritrovamento di una cosa mobile)

 

a titolo derivativo

quando l'acquirente subentra ad un precedente titolare del medesimo diritto sulla cosa. (la compravendita, il processo ereditario )

esiste solo in presenza di un valido titolo d'acquisto

 

 

 

 

Normativa principale di riferimento

 

 

  • Codice civile Libro terzo della proprietà –
  • Titolo I dei beni
  • Titolo II della proprietà
  • Titolo III della superficie
  • Titolo IV dell’enfiteusi
  • Titolo V dell’usufrutto dell’uso e dell’abitazione
  • Titolo VI delle servitù prediali
  • Titolo VII della comunione
  • Titolo VIII del possesso

 

 

 

 

VISITATE IL NOSTRO SITO

www.pagliaeassociati.it

 

 

Proprietà letteraria e tutti i diritti riservati alla Paglia & Associati s.a.s.. La struttura e il contenuto della presente newsletter non possono essere riprodotti senza il permesso scritto della società detentrice dei diritti. Consenso da richiedersi Via mail o lettera scritta.

 

La Paglia & Associati pur garantendo la massima cura nella preparazione della newsletter, declina ogni responsabilità per possibili errori e/o omissioni, nonché per eventuali danni conseguenti all’uso dell’informazione ivi contenuta.

 

 
  torna indietro